La Storia di Acquazzurra

Acquazzurra nasce il 2 gennaio 1985 grazie ai fratelli Pino e Maurizio Picchia.

Inizialmente c'era solo il negozio, dove Pino (già istruttore sub dal 1974) gestiva il reparto di attrezzature sub e Maurizio il reparto Pesca con la canna (attività che esercitava dall'età di 9 anni). I primi anni ovviamente non furono facili, ma grazie al loro grande amore per l'attività, alla dedizione ed anche alla loro forte unione l'attività si consolidò e continuò a crescere ogni anno.

L'associazione didattica subacquea con la quale Pino aveva iniziato non aveva i requisiti necessari per legarla a un'attività di lavoro, pertanto Pino cominciò ad inserirsi in varie didattiche (PADI, FIPS, FIAS, ANIS), anche facendo corsi come semplice allievo per avere informazioni su quale didattica scegliere per la propria attività.

Dopo due anni di ricerca (1987-1989) Pino scelse la PADI, diventandone Istruttore. Ancora oggi non è pentito della sua scelta, essendo questa la più grande didattica del mondo. Maurizio si impegnava anche nelle gare di pesca sportiva, portando la società "Acquazzurra" in breve tempo ai vertici delle classifiche nazionali. Con il tempo però la pesca sportiva non gratificò più Maurizio che decise insieme al fratello di abbandonarla per dedicarsi con lui completamente all'attività subacquea. Maurizio diventò così Istruttore PADI.

In pochi anni, grazie alla loro passione, alla creazione di un centro didattico dove svolgere i corsi sub, con 5 aule di cui una magna da oltre 100 posti , Acquazzurra è diventato un centro subacqueo di riferimento importante per tutta la capitale e anche in Italia.

Tante persone hanno contribuito nel tempo a questo successo come Consuelo, Alessandro, Mauro, Alessandra, Katia, Nicola, Fabrizio, Alessia, Flavio, Luigi, Marcello, Geo

Ad oggi Acquazzurra è la 1° Scuola sub d'Italia dal 2010 al 2013 (dati ufficiali PADI).