Lago di Castel Gandolfo – 25 gennaio 2015

1° Tappa del ‘Tour dei laghi’

L’indirizzo del luogo d’immersione è Castel Gandolfo via dei pescatori 10

6346197595_7b2f79e680_z

Il Tour dei Laghi inizia dal lago di Albano con un immersione per gli ‘esperti’ sub di Acquazzurra molto conosciuta, i sito di immersione molto vicino al negozio ci permette un orario più clemente:

Appuntamento ore 8:45 davanti Acquazzurra oppure 9:30 sul sito di immersione, chiaramente dopo l’immersione troveremo il modo di recuperare le energie perdute….
6346948540_1e3dd1e22a_z

Il lago di Albano o lago di Castel Gandolfo , è il lago vulcanico più profondo d’Italia (170 m), situato in provincia di Roma nell’area dei Castelli Romani, sui Colli Albani.

Di forma quasi circolare, sulle sue coste si trovano importanti resti archeologici preistorici e romani, come il Villaggio delle Macine, l’emissario artificiale ed i ninfei dorico e del Bergantino, quest’ultimo parte integrante del complesso della villa albana di Domiziano.

Presso questo lago si tennero le gare di canottaggio delle Olimpiadi di Roma del 1960.

Il lago Albano possiede una forma singolare nel panorama dei laghi vulcanici. Questi in genere sono circolari, e presentano dolci pendii formati da anelli concentrici di roccia vulcanica: si pensi ai laghi di Bolsenadi Bracciano, oppure ai vicini laghi prosciugati dei Colli Albani, antichi crateri secondari del Vulcano Laziale, come Vallericcia, Valle Marciana, il Laghetto di Pavona.

Albano invece presenta la forma di un ovale allungato con asse maggiore in direzione NO-SO, pendii ripidissimi sul versante meridionale e più dolci, ma sempre scoscesi, a settentrione.

Questa forma anomala sarebbe dovuta all’origine complessa del cratere del lago Albano, originato da almeno cinque diverse esplosioni. Per inciso, anche il lago di Nemi, per molti versi considerato “gemello” di quello Albano, presenta una forma caratteristica ed anomala, “ad otto”, poiché almeno due in quel caso furono le esplosioni che lo originarono.

Quanto alla ripidezza delle pareti del cratere accentuata nella parte meridionale, si spiega con l’intersezione tra l’esplosione e la sovrastante colata lavica prodotta da un edificio ben più grande, quello cosiddetto delle Faete. A settentrione invece l’esplosione trovò meno materiale sopra di sé, perché non c’era nessun cratere vulcanico in quella zona, ma solo colate laviche di altri edifici. (fonte info wikipedia)

6346947432_6c9fb47d7e_z

Costi: immersione con bombola e guida € 15

noleggio  gav – erogatore – computer 5 € al pezzo

noleggio  muta umida € 10 – muta stagna € 25

Per iscrizioni chiamate al negozio 06 76961193 oppure email info@acquazzurra.it oppure commentate qui.

 

6346199149_e746c2e892_z 6346198547_502228c142_z 6346196613_da349084a1_z

 

1 Commento

  1. Ci sarò, consideratemi dei vostri……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *